Domande e curiosità
Eventi
Chi siamo
Home / Cultura & creatività / Delizie natalizie in Germania - Stollen, Lebkuchen & Co.
Delizie natalizie in Germania - Stollen, Lebkuchen & Co.
22 dicembre

Delizie natalizie in Germania

Stollen, Lebkuchen & Co.

Ogni paese ha le proprie tradizioni, anche in tema di dolci natalizi. Non fa eccezione la Germania, dove, durante il mese di dicembre, non possono mancare vari tipi di dolci e biscotti. Ma quali sono i più popolari?

Stollen - Butterstollen/Christstollen

Lo Stollen è stato creato nel Medioevo ed è un tipico dolce natalizio, paragonabile al pandoro o al panettone. Porta diversi nomi, tra cui Christstollen e Striezel, dovuto alla sua connessione storica con la Chiesa. Ancora fino a dopo il quindicesimo secolo, i dogmi religiosi della Chiesa cattolica permettevano solo ingredienti come acqua, lievito e farina per la ricetta dello Stollen, inizialmente ideato come biscotto di quaresima: si trattava, quindi, di un dolce non molto gustoso. Furono Ernst di Sassonia e suo fratello Albrecht a chiedere a papa Nicola V di revocare il divieto di usare il burro, in modo da renderlo più appetitoso. Oggi si mangia il Butterstollen (con tanto burro), ma anche le versioni con uva sultanina, mandorle o canditi. Il più popolare è il Dresdener Christstollen, fatto con burro, farina, buccia d'arancia e di limone candita e uva passa. Il contenuto di burro deve essere almeno del 50%. Conservanti, aromi e anche la margarina sono proibiti!

Weihnachtsplätzchen

Weihnachtsplätzchen, ovvero i biscottini natalizi, esistono in moltissime forme e con gusti diversi. I classici biscotti al burro, chiamati Butterplätzchen, di solito vengono preparati e decorati dai bambini durante l'avvento. Molte famiglie, poi, li arricchiscono con marmellata, cioccolato o noci. I Vanillekipferl sono una variante alla vaniglia dalla tipica forma a mezzaluna. Gli Zimtsterne sono dei biscotti alla cannella a forma di stella, decorati con una glassa di zucchero. 

Lebkuchen - Pfefferkuchen / Gewürzkuchen / Honigkuchen

Oltre a quelli classici, ci sono anche i Lebkuchen, i biscotti speziati. Il sapore inconfondibile dei Lebkuchen è dovuto alle spezie come la cannella, lo zenzero, la noce moscata, l'anice, i chiodi di garofano e il pimento. Inoltre l'impasto classico di farina, uova e zucchero viene arrichito con la frutta secca, il marzapane, gli agrumi canditi o il miele. Il tocco finale lo danno la glassa o il cioccolato che ricoprono questi deliziosi dolcetti. Il nome proviene da Norimberga, la cui variante dei Honigkuchen viene chiamata Lebkuchen ed è la più popolare. 

Früchtebrot - Schnitzbrot / Hutzelbrot

Il Früchtebrot è un pane dolce e scuro con frutta secca al suo interno. L'impasto è sodo e umido, la frutta e le noci sono ben visibli. La pagnotta è decorata con ciliege e mandorle. Viene preparato intorno al giorno di Sant'Andrea, il 30 novembre. La data è legata alle Klöpfelnächte, un'usanza di fertilità in cui giovani mascherati chiedevano l'elemosina offrendo poesie in cambio di regali, tra cui il pane alla frutta. Viene mangiato al Nikolaustag (6 dicembre) e a Natale.

Spekulatius

Lo Spekulatius era conosciuto già nelle prime civiltà avanzate in Egitto, in Grecia e sull'Indo. La parola stessa deriva dal latino speculum (riflesso/specchio). Questi biscotti, di forma rettangolare, sono sempre decorati con un disegno o un'illustrazione. Nel medioevo sugli Spekulatius erano rappresentati motivi religiosi e venivano prodotti nei monasteri. L'impasto di solito è a base di burro, farina, zucchero, miele, uova e spezie e viene preparato un giorno prima in modo che possa asciugarsi un po'. Lo Spekulatius speziato è il più popolare, ma il biscotto esiste anche nelle versioni alla mandorla o al burro.