Domande e curiosità
Eventi
Chi siamo
Home / Cultura & creatività / La ricetta di Natale: il pandoro
La ricetta di Natale: il pandoro
18 dicembre

La ricetta tradizionale natalizia: il pandoro

Il pandoro è un dolce veronese che, insieme al panettone, possiamo a buon titolo considerare il re dei dolci durante le festività natalizie italiane. Si tratta di un lievitato soffice e dorato, con una forma a tronco di cono. Ma, se lo tagliate orizzontalmente, vedrete che ne ricaverete delle bellissime fette a forma di stelle a otto punte!

La versione che oggi conosciamo del pandoro risale all'Ottocento e pare essere il risultato dell'evoluzione del nadalin, dolce tipico della città di Verona fin dal Duecento. Sono davvero molte le storie e leggedne legate a questo delizioso docle della tradizione, ma quel che però rimane certa è la data che sancisce ufficialmente la sua nascita: il 14 ottobre 1884. Fu, infatti, in quel giorno che Domenico Melegatti depositò all'ufficio brevetti il pandoro, la cui forma venne ideata dal pittore impressionista Angelo Dall’Oca Bianca.

Se in questi giorni di Avvento avete voglia di cimentarvi a prepararne uno fatto in casa, vi proponiamo la sua ricetta tradizionale, tratta dalla "Bibbia" dei ricettari italiani: il Cucchiaio d'argento.

Buon divertimento!

Ingredienti

  • 310 g di farina bianca
  • 125 g di burro
  • 100 g di zucchero
  • 15 g di lievito di birra
  • 4 uova
  • 1 dl di panna
  • 1/2 limone
  • vanillina
  • zucchero a velo

Preparazione

In una ciotola amalgamate 40 grammi di farina con 5 grammi di zucchero, il lievito sbriciolato in un po’ d’acqua tiepida e lasciate lievitare per 1 ora. Quindi unite all’impasto appena lievitato 80 grammi di farina, 15 di burro ammorbidito e 45 di zucchero, 2 tuorli, amalgamate bene e fate lievitare 1 ora. Quindi incorporate al composto lievitato 190 grammi di farina, 20 di burro, 40 di zucchero, 1 uovo e 1 tuorlo, amalgamate bene e fate lievitare 1 ora per la terza volta. Togliete l’impasto dalla ciotola, lavoratelo unendovi la panna, buccia grattugiata di limone e una punta di vanillina.
Con il mattarello stendete la pasta a quadrato, al centro distribuite il restante burro a fiocchetti, sopra ripiegate i lati della pasta, stendetela ancora, piegatela in tre, stendetela ancora e piegatela in tre, poi lasciatela riposare 30 minuti. Stendete di nuovo la pasta e ripiegatela come prima per altre 3 volte, poi fatela riposare per altri 30 minuti.
Lavorate la pasta un minuto e poi mettetela in uno stampo imburrato senza buco, a pareti alte scannellate e spolverizzato con il restante zucchero semolato e lasciate lievitare fino a quando la pasta riempie lo stampo. Cuocete 40 minuti in forno caldo a 190° e a metà cottura riducete il calore a 180°. Ritirate, fate intiepidire, sformate, spolverizzate di zucchero a velo.

leggi di più...